Il segreto delle pulizie professionali sta nel carrello

Il segreto delle pulizie professionali sta nel carrello

Il carrello delle pulizie per un operatore è il suo principale biglietto da visita: difficile riuscire a pulire e sanificare se pure il carrello è sporco e in disordine!

Ma c'è un trucco per avere un servizio di pulizia efficace ed organizzato al meglio.

 

Tempo fa ci siamo resi conto di un problema molto diffuso: spesso i carrelli per le pulizie hanno sopra un'infinità di prodotti. Quando si chiede all'operatrice che li usa a cosa servono questi prodotti comincia a fare l'elenco: "questo lo uso sui lavandini, questo è per le scrivanie, questo per i vetri, questo senza etichetta sbianca bene i wc, etc. etc." fino a coprire tutto l'assortimento di 20 flaconi, alcuni dei quali senza tappo o senza etichetta, diluiti e travasati un po' ad intuito su necessità.

Ovviamente in mezzo a questo caos le schede tecniche e di sicurezza sono dei fantasmi di cui non si è mai vista traccia. Un problema difficile da risolvere quando sul carrello ci sono prodotti anonimi spuntati non si sa bene da dove anni fa.

 

Questi non sono problemi secondari e vanno risolti, ma come si può uscirne e allo stesso tempo assicurarsi che gli operatori abbiano tutti i prodotti che gli occorrono per la sanificazione quotidiana? La soluzione che abbiamo trovato è la linea C-system.

 

Questa scelta si basa su un semplice principio di chimica: esiste lo sporco secco (calcare, ruggine, con un Ph basico), lo sporco grasso (olio, unto vario, con un Ph acido) e uno sporco magro (come succhi di frutta o fango). Conoscendo queste semplici nozioni e sapendo riconoscere lo sporco che si deve affrontare ad ogni operatore basteranno 3 prodotti per sanificare e pulire il 99% delle macchie: un anticalcare, uno sgrassante e un antibatterico per lo spolvero.

 

È una soluzione che rivoluziona completamente il carrello delle pulizie in ambito civile come uffici e negozi, permettendo di lavorare meglio, con maggiore efficacia e maggiore sicurezza, grazie alla possibilità di usare flaconi con tappi dosatori che diluiscono automaticamente il prodotto. Inoltre il fatto che i prodotti siano anallergici e senza segnali di pericolo sulla scheda di sicurezza li rende idonei ad essere usati in ogni ambiente!

Un vantaggio non indifferente c'è anche dal punto di vista ecologico: il fatto di poter diluire i prodotti senza rischi in cantiere permette di riutilizzare tutti i vuoti, eliminando quindi la necessità di rifornire continuamente con scatole e scatole di spruzzini già diluiti, poco pratici e molto inquinanti.

 

Sono ormai anni che abbiamo introdotto questo sistema in tante realtà differenti e siamo davvero soddisfatti dei risultati. Un piccolo accorgimento come questo ha portato tanti benefici sia di rendimento che di sicurezza sul lavoro, creando un nuovo standard.